Pagina 1 di 1

Minimalism: A Documentary About the Important Things

MessaggioInviato: lunedì 15 gennaio, 2018 11:22
da barbara
Documentario appena arrivato su Netflix, l'ho guardato ieri sera. L'avete visto? Vi va di discuterne? :)

Re: Minimalism: A Documentary About the Important Things

MessaggioInviato: lunedì 15 gennaio, 2018 11:38
da trebisonda
Io non ho netflix, si trova lo stesso in rete?

Re: Minimalism: A Documentary About the Important Things

MessaggioInviato: lunedì 15 gennaio, 2018 11:59
da barbara
Non saprei Trebi, avendo Netflix l'ho guardato lì...

Re: Minimalism: A Documentary About the Important Things

MessaggioInviato: sabato 20 gennaio, 2018 12:26
da barbara
nessuno nessuno? :o
Considerando in che forum siamo, la cosa mi stupisce!

Re: Minimalism: A Documentary About the Important Things

MessaggioInviato: sabato 20 gennaio, 2018 22:35
da rosengarten
E' questo? Ho visto il trailer, anch'io non ho Netflix, ma nel mio caso il problema sarebbe la lingua, se è solo in inglese. :oops:

Re: Minimalism: A Documentary About the Important Things

MessaggioInviato: domenica 21 gennaio, 2018 13:08
da Shyntae
@rosen: tutto ciò che sta su netflix o è doppiato anche in italiano (99%) o ha i sottotitoli comunque :)

Neanche io l'ho visto, ho netflix ma non avevo notato la novità.

Re: Minimalism: A Documentary About the Important Things

MessaggioInviato: domenica 21 gennaio, 2018 13:42
da rosengarten
Ah grazie Shyntae, non lo sapevo! :)

Re: Minimalism: A Documentary About the Important Things

MessaggioInviato: mercoledì 31 gennaio, 2018 10:08
da Vera
Io l'ho visto ieri sera! L'h trovato interessante e ricco di spunti, tanto che vorrei vederlo di nuovo.

Re: Minimalism: A Documentary About the Important Things

MessaggioInviato: mercoledì 31 gennaio, 2018 13:37
da barbara
Sì infatti penso anche io di rivederlo.

Re: Minimalism: A Documentary About the Important Things

MessaggioInviato: mercoledì 31 gennaio, 2018 15:03
da Vera
Piccola premessa: a grosse linee, il film è costituito da racconti di persone che ad un certo punto della loro vita hanno abbandonato lo stile di vita e il "sogno americano" per adottare stili di vita più minimalisti.

Visto che trattano la questione "minimalismo" guardando aspetti diversi (non solo come possesso di oggetti, ma anche come stato mentale) fa sì che ci siano davvero tanti spunti, anche se poi gli va fatta la tara, perché essendo basato sulla realtà statunitense mostra comportamenti e atteggiamenti che in Italia, francamente, non mi pare esistano o sono sicuramente a un volume molto più basso (persone che lavorano 14 ore al giorno, senza riposo, per abitare in case immense e comprare oggetti con cui riempirle).

Un punto critico è la questione lavorativa: ti fanno intuire che queste persone, dopo aver iniziato da giovani carriere lanciatissime e ottimamente remunerate, rivoluzionano la propria esistenza cambiando città e lavoro. Però non ti viene detto che lavoro fanno adesso per mantenersi... in realtà penso che sarebbe stato quasi inutile mostrarlo esplicitamente, perché un lavoro solo non è applicabile a tutti (ad esempio, non penso la soluzione sia per tutti "diventiamo web designere e lavoriamo da remoto" o altro). E in realtà, secondo me, lo spirito del film non è "fai come me" bensì "trova l'equilibrio giusto per vivere da minimalista a modo tuo", quindi un motivo in più per non parlare di lavoro. Ma confesso che tralasciare del tutto la questione mi ha spiazzato.

In attesa di rivederlo, concludo dicendo che questo film si somma ad una serie di spunti che sto raccogliendo negli ultimi mesi riguardo una decrescita e un rallentamento del ritmo di vita, che decisamente cozza con la mia esistenza attuale...