di Barbara Righini
online dal 2005

Libri consigliati

L'angolo del consumatore consapevole. Decrescita, consumo critico, boicottaggio, alimentazione, autoproduzione: tutto ciò che non riguarda la cosmesi e i detersivi!

Moderatori: Letizia, Vera, Van3ssa, Serese, plesea

Messaggioda BettyBennet » sabato 25 agosto, 2007 16:17

Vera ha scritto:La rivoluzione dei dettagli di Marinella Correggia!
Mi ha davvero colpita. :oops:


Ispira parecchio anche me... Ma ogni volta mi domando : il girno che sarò io la "regina della casa" ce la farò a seguire un certo stile di vita? :roll:
Penso ad esempio alla bio-architettura: sarà già tanto se potrò comprarmi una casa "normale" con un mutuo dissanguante :| Magari sulle vacanze sarà più facile, sono anni che non ne faccio :P Per ora mi alleno su altri fronti (riciclaggio, alimentazione, prodotti di pulizia, spostamenti con i mezzi...)

Betty Bennet
aNobii :love:
"Yesterday is history, tomorrow is a mystery, but today is a gift. That is why it is called the present."
Oogway, Kung Fu Panda
Avatar utente
BettyBennet
 
Messaggi: 4681
Iscritto il: venerdì 20 luglio, 2007 11:03
Località: Bassa padana bolognese

Messaggioda Vera » sabato 25 agosto, 2007 23:51

baciuck ha scritto:Vera, non ci crederai ma l'ho trovato da Carrefour :o
Naturalmente l'ho comprato ;)

Evviva! :D

BettyBennet ha scritto:Ispira parecchio anche me... Ma ogni volta mi domando : il girno che sarò io la "regina della casa" ce la farò a seguire un certo stile di vita?

Ti ispira nel senso che l'hai letto e vorresti seguirne i consigli?

Sulla bio architettura è vero, però conta che puoi apportare piccole migliorie col passare del tempo: migliorare l'isolamento, installare dospositivi di vario genere come i pannelli termoriflettenti... poco alla volta!

Per tutto il resto, ce la farai sicuramente a seguire quello stile di vita se inizi ad allenarti fin da ora! :oops:
E' esattamente quello che sto facendo anch'io, spinta inoltre dalla consapevolezza che il risparmio di risorse è anche risparmio di soldi!
Così mi sto dedicando molto all'autoproduzione... ma c'è ancora tanta strada da fare. :P
-----------
Il mio blog
Avatar utente
Vera
VeganCheCorreCoiLupi
 
Messaggi: 10173
Iscritto il: giovedì 19 luglio, 2007 11:32
Località: Roma

Messaggioda BettyBennet » martedì 28 agosto, 2007 12:25

[cut]

BettyBennet ha scritto:Ispira parecchio anche me... Ma ogni volta mi domando : il girno che sarò io la "regina della casa" ce la farò a seguire un certo stile di vita?

Ti ispira nel senso che l'hai letto e vorresti seguirne i consigli?

[cut]


Preso in biblio (in questo periodo sono un po' in ristrettezze economiche :oops: ). Posto che temo non sarò mai nè vegan nè vegetariana 365 giorni all'anno, questo libro è una miniere di informazioni, complimeti all'autrice per il paziente lavoro di raccolta svolto :clap: Trovo poco "praticabile" il capitolo dedicato al lavoro ed è un vero peccato :pinch:
aNobii :love:
"Yesterday is history, tomorrow is a mystery, but today is a gift. That is why it is called the present."
Oogway, Kung Fu Panda
Avatar utente
BettyBennet
 
Messaggi: 4681
Iscritto il: venerdì 20 luglio, 2007 11:03
Località: Bassa padana bolognese

Messaggioda baciuck » mercoledì 29 agosto, 2007 10:25

Paolo C. Conti
La Leggenda del buon cibo italiano
Immagine
Cercato per mesi dopo che lo aveva letto Barbara, era scomparso dalle librerie perchè doveva uscire l'edizione economica :evil: . Che ho preso :P
Bello ed interessante, finalmente un libro italiano in grado di competere con i grandi giornalisti ed esperti d'oltreoceano.
Zeppo di informazioni e di utilissima bibliografia, vale la pena leggerlo anche solo per gli ultimi due capitoli.
Spiega benissimo il discorso delle certificazioni sui prodotti e la fregatura della "tracciabilità" dei prodotti.
Mi aspettavo di trovare qualcosa di diverso da quello che Conti ha scritto, pensavo andasse ad analizzare più nel dettaglio i cibi italiani, invece è un indagine a tutto tondo del sistema europeo e una triste constatazione dell'inettitudine del nostro popolo alle idee vincenti.
baciuck
 
Messaggi: 421
Iscritto il: giovedì 19 luglio, 2007 10:35
Località: Somewhere Back In Time World Tour

Messaggioda lakura » mercoledì 29 agosto, 2007 16:18

baciuck, io non l'ho letto ma non e' che la situazione sia piu' rosea, sulla tracciabilita', in UK.
Insomma, non siamo soli (quasi quasi dico purtroppo) :?
________
BMW Concept 5 Series Gran Turismo history
Ultima modifica di lakura il lunedì 07 febbraio, 2011 23:54, modificato 1 volta in totale.
lakura
 
Messaggi: 63
Iscritto il: sabato 21 luglio, 2007 23:43

Messaggioda baciuck » lunedì 18 febbraio, 2008 12:52

Felicity Lawrence
Non c'è sull'etichetta
Quello che mangiamo senza saperlo

Immagine

Un eccellente indagine che risale la filiera del cibo che consumiamo e si intrufola in temi ecologici, inerenti alla salute, sociali.
Lo sapevate che i gamberi a buon mercato che compriamo al super a due lire distruggono l'economia di larghe fasce costiere oltre a provocare danni ecologici immani?
Lo sapevate che il pane venduto a buon mercato dai supermercati è ricco di tutto fuorchè di sani nutrienti?
Sebbene possa sembrare particolare l'organizzazione dei capitoli, essi riescono a contenere tutti i tristi risvolti della nostra alimentazione.
Ottima bibliografia, analisi lucidissime.
La giornalista collabora con L'Ecologist
baciuck
 
Messaggi: 421
Iscritto il: giovedì 19 luglio, 2007 10:35
Località: Somewhere Back In Time World Tour

Messaggioda annuska » sabato 23 febbraio, 2008 01:14

Immagine

STEFANO BARALE,
COME PASSARE AL SOFTWARE LIBERO E VIVERE FELICI
I Libelluli
Altreconomia

per tutte le spalmine che vorrebbero ma credono di non essere in grado

è semplice, sintetico e senza tecnicismi inutili. spiega sia la teoria (es.: come nasce l'open source e cosa significa la sigla GNU) che la pratica (es.: come risolvo l'incompatibilità tra open office e ms office?) dell'open source.
e poi è corredato da un interessantissimo cd rom che consente di sperimentare con linux senza installarlo sul proprio pc = zero rischi di far danni e se linux non piace basta semplicemente togliere il cd rom e il vostro computer tornerà al sistema operativo originario :)

io lo sto leggendo e ho contagiato pure il moroso (da sempre dubbioso verso il pinguino) ;)
annuska
 
Messaggi: 2250
Iscritto il: mercoledì 08 agosto, 2007 14:02
Località: Prov. PV

Messaggioda SuperKokka » domenica 24 febbraio, 2008 14:39

annuska ha scritto:
STEFANO BARALE,
COME PASSARE AL SOFTWARE LIBERO E VIVERE FELICI
I Libelluli
Altreconomia

per tutte le spalmine che vorrebbero ma credono di non essere in grado

è semplice, sintetico e senza tecnicismi inutili. spiega sia la teoria (es.: come nasce l'open source e cosa significa la sigla GNU) che la pratica (es.: come risolvo l'incompatibilità tra open office e ms office?) dell'open source.
e poi è corredato da un interessantissimo cd rom che consente di sperimentare con linux senza installarlo sul proprio pc = zero rischi di far danni e se linux non piace basta semplicemente togliere il cd rom e il vostro computer tornerà al sistema operativo originario :)

io lo sto leggendo e ho contagiato pure il moroso (da sempre dubbioso verso il pinguino) ;)


ottima lettura complimenti!! :)
io ho abbandonato windows da un anno senza nessun ripensamento :)
Avatar utente
SuperKokka
 
Messaggi: 550
Iscritto il: domenica 09 dicembre, 2007 22:29
Località: Cagliari

Messaggioda annuska » lunedì 25 febbraio, 2008 21:28

e` quello che spero di riuscire a fare anche io! :D
annuska
 
Messaggi: 2250
Iscritto il: mercoledì 08 agosto, 2007 14:02
Località: Prov. PV

Messaggioda SuperKokka » lunedì 25 febbraio, 2008 22:15

annuska ha scritto:e` quello che spero di riuscire a fare anche io! :D


ti sostengo alla grande :)
all'inizio ho partizionato il disco in due in modo da lasciare anche windows(mio padre mi aveva detto che poteva essere traumatico il passaggio diretto a linux)
ci credi che appena ho preso un po di dimestichezza con linux,windows è stato eliminato alla grande!
Io utilizzo Ubuntu..tu verso cosa sei orientata?
:)
Avatar utente
SuperKokka
 
Messaggi: 550
Iscritto il: domenica 09 dicembre, 2007 22:29
Località: Cagliari

Messaggioda annuska » martedì 26 febbraio, 2008 16:27

alura... sul cd rom allegato al libro dovrebbe esserci la versione debian, la conosci?
però ho scaricato anche io a parte la versione ubuntu, perchè è la stessa che usa un mio amico che è molto più esperto di me in fatto di computer... così se dovessi aver bisogno di aiuto posso chiedere a lui!

il mio piano tattico è: uso il cd rom per prendere confidenza, quando mi sentirò pronta installerò ubuntu e butterò windows xp :)
annuska
 
Messaggi: 2250
Iscritto il: mercoledì 08 agosto, 2007 14:02
Località: Prov. PV

Messaggioda SuperKokka » martedì 26 febbraio, 2008 17:03

Sisi conosco la Debian,l'ha utilizzata mio padre per un periodo (lui utilizza Linux da tantissimi anni,mi ricordo che si leggeva libroni immensi e io lo prendevo in giro :roll: poi quando mi sono informata e mi sono lasciata intrigare dalla filosofia dell'open source ho deciso di boicottare windows :D )
Sono veramente rinata,niente più problemi con le periferiche,niente più crash del sistema(mi ricordo che windows xp andava in crash spessissimo,da quanto mi hanno detto vista è anche peggio :| )niente virus nè trojan senza nessuna necessità di installare antivirus :)
tantissimi programmi gratuiti,per ogni esigenza,alcuni veramente spettacolari (vedi i programmi di grafica)
Sono sicura ti troverai benissimo :)
Avatar utente
SuperKokka
 
Messaggi: 550
Iscritto il: domenica 09 dicembre, 2007 22:29
Località: Cagliari

Messaggioda Serena » martedì 26 febbraio, 2008 17:18

ubuntista a rapporto :D
anche io ho cominciato leggendo con questo libro :D nel mentre mi si è bruciato l'hard disk e ho deciso che win non lo volevo più vedere manco in foto (almeno sul mio portatile)
annuska, secondo me fai bene a iniziare a prendere confidenza usando il cd :)
Avatar utente
Serena
 
Messaggi: 1261
Iscritto il: venerdì 03 agosto, 2007 09:51
Località: Prov. Como - Milano

Messaggioda La_Bet » venerdì 11 aprile, 2008 14:33

Posso consigliare un libro?

Immagine

La vita ridotta all'osso - Leo Hickman


Come vivere da consumatore coscienzioso in questa societa` iperconsumista.
A me ha dato davvero tanti spunti, senza contare il fatto che mi sono rispecchiata moltissimo nei suoi dubbi sui cambiamenti che stava attuando.
La_Bet
 
Messaggi: 44
Iscritto il: venerdì 11 aprile, 2008 14:05

Messaggioda annuska » venerdì 11 aprile, 2008 15:55

leo hickman! leggevo sempre i suoi articoli sill'internazionale :)
annuska
 
Messaggi: 2250
Iscritto il: mercoledì 08 agosto, 2007 14:02
Località: Prov. PV

PrecedenteProssimo

Torna a Oltre la cosmesi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti