di Barbara Righini
online dal 2005

consigli per la corretta conservazione dei cibi

L'angolo del consumatore consapevole. Decrescita, consumo critico, boicottaggio, alimentazione, autoproduzione: tutto ciò che non riguarda la cosmesi e i detersivi!

Moderatori: Letizia, Vera, Van3ssa, Serese, plesea

consigli per la corretta conservazione dei cibi

Messaggioda Kora » giovedì 28 giugno, 2012 01:19

http://www.ilfattoalimentare.it/sprechi ... denza.html

Sprechi alimentari e data di scadenza: tutti gli errori e i segreti per non buttare via quello che si può ancora mangiare

Il tema degli sprechi alimentari è molto gettonato, anche perché si dice che ogni italiano butta via 100 euro di cibo all'anno. A me sembrano valori esagerati, anche se, in effetti, pensando alle mense scolastiche dove si arriva a gettare la metà del cibo qualche dubbio viene.

Lo scetticismo nei confronti di questi numeri è collegato anche al ridotto spreco che si registra nei supermercati. Un Ipercoop di 3300 metri quadrati consegna ogni giorno alla filiera “Brutti ma buoni” un quantitativo di cibo da distribuire al circuito del volontariato pari a: 14 kg di yogurt, formaggi e salumi; 27 kg di frutta fresca e altrettanti di verdura fresca; 7 kg di prodotti alimentari confezionati non deperibili (conserve pomodoro, pasta, scatolame, biscotti, prodotti da forno) in scadenza ma ancora del tutto commestibili. Se lo spreco è davvero ridotto anche dove si parla di grandissime quantità, figuriamoci in casa, dove però l'interpretazione errata della data di scadenza riportata sui prodotti può giocare brutti scherzi.

E' vero che con il passare del tempo nel cibo confezionato si innescano alterazioni chimiche e microbiche in grado di cambiare le caratteristiche nutrizionali e organolettiche, ma difficilmente queste modifiche si trasformano in un pericolo per la salute. Il mal di pancia di solito si scatena in seguito a contaminazioni microbiche esterne, all' interruzione prolungata della catena del freddo e, soprattutto, alla scarsa igiene in cucina, non perchè il cibo risulta “scaduto” da qualche giorno.

La data di scadenza sui prodotti freschi come latte, yogurt e insalata in busta va rispettata, ma con una certa flessibilità. In fondo si tratta di un “indizio”, da valutare senza preconcetti e con un pizzico di buon senso. La validità della data è correlata al rispetto della catena del freddo. Se nel percorso dallo stabilimento di produzione al supermercato i prodotti restano per 4-5 ore al 30°C, la scadenza indicata sulla confezione, anche se ci rassicura perché è lontana nel tempo, in realtà non è più valida.

Per questo motivo durante i mesi caldi è meglio anticipare di 24 ore il consumo degli alimenti più delicati. Spesso le foglie dell’insalata dopo una lunga sosta a temperatura ambiente si afflosciano perdendo fragranza e sapore. Anche la ricotta risulta acidula prima della scadenza, se si interrompe la catena del freddo. Viceversa, il latte fresco se conservato bene, si mantiene uno-due giorni oltre la data e finché non cambia sapore si può bere.

Lo yogurt scaduto da 7-10 giorni si può mangiare, in assenza di rigonfiamenti o muffe (l'unico inconveniente è che i fermenti vivi sono in gran parte persi). Anche per le uova si può glissare di qualche giorno senza problemi. Le tagliatelle o i ravioli freschi confezionati si possono mettere in pentola anche dopo una settimana dalla scadenza, se non ci sono odori sospetti. Attenzione, lo ribadiamo: tutte queste indicazioni valgono se viene rispettata la catena del freddo.

Gli alimenti in dispensa (pasta secca, riso, salsa, marmellate, maionese, sottaceti...) e i surgelati hanno sull’etichetta il termine minimo di conservazione, che varia da 3-6 mesi a 2 anni e oltre. Questo intervallo indica l'intervallo in cui sono garantite le caratteristiche nutrizionali e organolettiche al 100%. Nel periodo successivo alla data tutti i prodotti sono ancora commestibili, ma si comincia a registrare un lento decadimento sensoriale e nutritivo!

Anche in questo caso deve prevalere il buon senso: un succo di frutta anche se la daa indica un anno, dopo 8-10 mesi ha meno sapore, così pure l’olio extravergine e il caffè macinato dopo 12 mesi hanno perso una parte di aroma anche se la data indica intervalli di 16-18 mesi. Pasta, tonno, pelati e tutti i cibi in scatola resistono benissimo e si possono tranquillamente consumare 2-3 mesi dopo la data sulla confezione. Anche pesce, carne e piatti pronti surgelati da cucinare non danno problemi 1-2 mesi dopo l’indicazione sull’etichetta.

Ovviamente stiamo parlando di prodotti confezionati conservati in modo corretto. Quando si apre la scatola di pelati e sulla confezione ci sono indicazioni del tipo “dopo l'apertura consumare entro tot giorni” è meglio seguire il consiglio, perchè il decadimento organolettico e microbico è molto rapido. In ogni caso non è difficile capire quando il prodotto non va mangiato: fa fede il sapore, l'odore e la fragranza. La presenza di muffe nel vasetto di marmellata o di salsa aperto da qualche giorno e conservato in frigorifero va valutato con attenzione. La regola dice di buttare via tutto anche se sotto il lieve strato di muffa sembra tutto ancora buono. Un’ultima nota: i prodotti scongelati tenuti in frigorifero vanno cucinati entro 24 ore, mentre il pane fresco in freezer si conserva per settimane ma va messo in freezer subito dopo l'acquisto quando è ancora croccante solo così quando si scongela mantiene ancora una buona fragranza.




Alimenti senza data di scadenza (Indicazioni valide per prodotti confezionati non aperti e conservati correttamente )

Pesce fresco azzurro
max 2-3 giorni dalla cattura

Pesce fresco (salmone, orate...)
4-5 giorni dalla cattura

Pesce fresco confezionato in atmosfera controllata
può superare i 7 giorni

Carne: tagli grossi, e parti intere
circa 5-6 giorni

Hamburger, carne tritata, fettine di carpaccio
entro 24 ore dal confezionamento

Carne confezionata in atmosfera protettiva
da 7 a 10 giorni


Alimenti con data di scadenza (Indicazioni valide per prodotti confezionati non aperti e conservati correttamente )

Ricotta
Data di scadenza 10-12 giorni
meglio 3-4 giorni prima

Insalata in busta
Data di scadenza 5-7 giorni
Consumo consigliato meglio un giorno prima

Latte fresco
Data di scadenza 7 giorni
Consumo consigliato anche 1-2 giorni dopo

Yogurt e pasta fresca
Data di scadenza 30 giorni
Consumo consigliato nessun problema 6-7 giorni dopo

Uova
Data di scadenza 28 giorni
Consumo consigliato nessun problema 2-3 giorni dopo




Alimenti con termine minimo di conservazione (Indicazioni valide per prodotti confezionati non aperti e conservati correttamente )


Succo di frutta
Durata 1 anno
Consumo consigliato perde sapore, non superare 6 mesi

Caffè macinato
Durata 16 - 24 mesi
Consumo consigliato perde aroma e sapore max 1 anno

Olio extra-vergine
Durata 12-18 mesi
Consumo consigliato perde aroma e sapore max 1 anno

Conserve in scatola (tonno, pelati, piselli..)
Durata 2-3 anni
Consumo consigliato nessun problema 1-2 mesi dopo

Biscotti, crackers
Durata 1 anno
Consumo consigliato nessun problema 1-2 mesi dopo

Panettone e colomba
Durata 2-3 mesi
Consumo consigliato nessun problema anche 1-2 settimane dopo

Pasta, riso
Durata 24 mesi
Consumo consigliato nessun problema 1-2 mesi dopo

Pesce e carne surgelata
Durata 12 mesi
Consumo consigliato nessun problema anche 1-2 mesi dopo
Avatar utente
Kora
 
Messaggi: 215
Iscritto il: giovedì 09 febbraio, 2012 01:37
Località: Roma

Re: consigli per la corretta conservazione dei cibi

Messaggioda Akira » sabato 30 luglio, 2016 19:33

Buongiorno a tutti,
Ho comprato oggi un'anguria enorme.
Dato che non la voglio consumare subito ma tra una settimana chiedo a voi la seguente domanda:
se la lascio chiusa (non aperta non tagliata) e in frigo si conserva per una settimana o marcisce?

Grazie a chi risponderà.
Akira
 
Messaggi: 1155
Iscritto il: giovedì 19 luglio, 2007 15:41
Località: Liguria

Re: consigli per la corretta conservazione dei cibi

Messaggioda Letizia » lunedì 01 agosto, 2016 10:27

teoricamente dovrebbe durare tranquillamente, se però è già ben matura c'è il rischio che quando la tagli abbia passato la maturazione e sia sfatta
Mantieni questo forum un luogo civile:segui il regolamento


E tu prendimi, portami con Te, come un incendio nelle tue abitudini
Avatar utente
Letizia
Self-indulgentQueen
 
Messaggi: 11967
Iscritto il: sabato 15 marzo, 2008 22:25
Località: Pescara

Re: consigli per la corretta conservazione dei cibi

Messaggioda Turchina82 » lunedì 01 agosto, 2016 11:48

Io ti posso riportare una conversazione di ieri: premesso che io l'anguria non la mangio perchè purtroppo mi dà fastidio già l'odore, ovviamente a casa mia non c'è mai, quindi il mio compagno fa scorta quando scendiamo dai suoi. Ecco quindi la conversazione: mia suocera ha comperato 3 angurie da 15 kg cadauna (stano in Salento che è la patria delle angurie), così le aprono quando arriviamo noi (venerdì pomeriggio). O le ha comperate "indietro" di maturazione oppure chiuse si conservano. Ripeto, io non mangiandone non posso dirti altro. Buone angurie a tutti in ogni caso.
Principio di precauzione, che tu sia benedetto!
Avatar utente
Turchina82
 
Messaggi: 243
Iscritto il: mercoledì 23 aprile, 2014 13:39

Re: consigli per la corretta conservazione dei cibi

Messaggioda Akira » lunedì 01 agosto, 2016 12:15

Quindi da oggi a venerdì dovrebbero resistere secondo te?
Akira
 
Messaggi: 1155
Iscritto il: giovedì 19 luglio, 2007 15:41
Località: Liguria

Re: consigli per la corretta conservazione dei cibi

Messaggioda Turchina82 » lunedì 01 agosto, 2016 12:22

Secondo MIA SUOCERA sì, soprattutto se le tieni in frigo e non in casa con 30 gradi e passa. Poi appunto, dipende dal grado di maturazione che hanno in questo istante.
Principio di precauzione, che tu sia benedetto!
Avatar utente
Turchina82
 
Messaggi: 243
Iscritto il: mercoledì 23 aprile, 2014 13:39

Re: consigli per la corretta conservazione dei cibi

Messaggioda Letizia » lunedì 01 agosto, 2016 14:45

si
Mantieni questo forum un luogo civile:segui il regolamento


E tu prendimi, portami con Te, come un incendio nelle tue abitudini
Avatar utente
Letizia
Self-indulgentQueen
 
Messaggi: 11967
Iscritto il: sabato 15 marzo, 2008 22:25
Località: Pescara

Re: consigli per la corretta conservazione dei cibi

Messaggioda Akira » giovedì 04 agosto, 2016 09:08

Ok, grazie proverò!
Akira
 
Messaggi: 1155
Iscritto il: giovedì 19 luglio, 2007 15:41
Località: Liguria

Re: consigli per la corretta conservazione dei cibi

Messaggioda Akira » mercoledì 14 settembre, 2016 12:54

Ciao ho dei pomodori verdi che mi hanno consigliato di tenere al sole a maturare.
Una volta che diventano rossi li devo mettere in frigo o li lascio al sole?
Akira
 
Messaggi: 1155
Iscritto il: giovedì 19 luglio, 2007 15:41
Località: Liguria

Re: consigli per la corretta conservazione dei cibi

Messaggioda Greta1987 » giovedì 15 settembre, 2016 15:22

noi coi pomodori verdi facciamo la marmellata :)
io direi che dipende da quanto maturi diventano, se restano sodi puoi pure tenerli fuori.. ma quanti sono?
Il cavallo arabo non è un semplice animale,
è un’unica armonia, quasi una sinfonia di bellezza e forza,
è, insomma, un momumento di perfezione...
Avatar utente
Greta1987
 
Messaggi: 8310
Iscritto il: venerdì 10 febbraio, 2012 23:15
Località: Alta Valle Seriana, Bergamo

Re: consigli per la corretta conservazione dei cibi

Messaggioda Akira » giovedì 15 settembre, 2016 15:24

Ne ho una cassetta intera perché ho dovuto togliere le piante dall' orto.
Akira
 
Messaggi: 1155
Iscritto il: giovedì 19 luglio, 2007 15:41
Località: Liguria

Re: consigli per la corretta conservazione dei cibi

Messaggioda Greta1987 » giovedì 15 settembre, 2016 15:27

quindi anche se maturassero tutti insieme, frigo o no, richieresti che vadano a male.
Io non so, ma magari potresti metterne al sole solo alcuni x volta?

Pe rnon rischiare, la marmellata potrebbe essere una soluzione ;)
Il cavallo arabo non è un semplice animale,
è un’unica armonia, quasi una sinfonia di bellezza e forza,
è, insomma, un momumento di perfezione...
Avatar utente
Greta1987
 
Messaggi: 8310
Iscritto il: venerdì 10 febbraio, 2012 23:15
Località: Alta Valle Seriana, Bergamo

Re: consigli per la corretta conservazione dei cibi

Messaggioda Akira » giovedì 15 settembre, 2016 15:37

Alcuni stanno diventando rossi.
Li tengo sotto controllo.
Preferisco mangiarli crudi.
Curiosa la marmellata di pomodori verdi.
Peccato che io sia molto pigra.
:-)
Akira
 
Messaggi: 1155
Iscritto il: giovedì 19 luglio, 2007 15:41
Località: Liguria

Re: consigli per la corretta conservazione dei cibi

Messaggioda Bia » giovedì 15 settembre, 2016 22:42

Il mio consiglio: una volta che maturano mettili in frigo e non aspettare troppo per mangiarli e magari non farli maturare tutti insieme per non ritrovarti con un sacco di pomodori da dover consumare in fretta.
Bia
 
Messaggi: 746
Iscritto il: domenica 09 settembre, 2012 12:32

Re: consigli per la corretta conservazione dei cibi

Messaggioda Akira » venerdì 16 settembre, 2016 07:23

Perfetto farò così, grazie!
Akira
 
Messaggi: 1155
Iscritto il: giovedì 19 luglio, 2007 15:41
Località: Liguria

Prossimo

Torna a Oltre la cosmesi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite