di Barbara Righini
online dal 2005

gran confusione sull'acido citrico

Commenti, ricette fai da te, recensioni.

Moderatori: Letizia, Vera, Van3ssa, Serese, plesea, Tomatina

Messaggioda Eir » venerdì 09 gennaio, 2009 23:26

Scusate ma ho dei dubbi sull'acido citrico perchè non l'ho mai usato. Sono riuscita a trovarlo in un negozio che vende cose per fare il vino, e mi hanno detto che serve per pulire le botti. Purtroppo lo vendono sfuso, e ne ho preso pochissimo perchè mi sono spaventata :shock: . Mi spiego meglio: la cosa che piú mi ha fatto impressione è stato che, sbirciando sulla confezione mentre la commessa lo versava, c'era una bella "X" come ad indicare che si trattasse di una sostanza pericolosa. Poi c'era scritto "irritante" grosso come una casa e mi sono spaventata. Il pacchetto diceva anche chiaramente "E330". Sará realmente acido citrico o c'é il rischio che mi faccia cadere tutti i capelli e mi avveleni pure? Voi che siete sempre cosí gentili, illuminatemi, vi prego...
"La natura non fa nulla di inutile." Aristotele
Avatar utente
Eir
 
Messaggi: 13
Iscritto il: sabato 27 settembre, 2008 11:28

Messaggioda barbara » sabato 10 gennaio, 2009 00:19

Eir, l'acido citrico è un acido e come tale corrosivo e potenzialmente pericoloso. Ovvero meglio evitare di metterselo negli occhi, sulle mucose, e anche toccarlo a mani nude non è il massimo.
Insomma, va saputo usare.
Tutto per un'unica meraviglia.
Avatar utente
barbara
AmministratriceSuprema
 
Messaggi: 21727
Iscritto il: martedì 17 luglio, 2007 22:07
Località: Pescara

Messaggioda Eir » sabato 10 gennaio, 2009 12:03

Perfetto. Seguirò attentamente le vostre indicazioni. Grazie, Barbara.
"La natura non fa nulla di inutile." Aristotele
Avatar utente
Eir
 
Messaggi: 13
Iscritto il: sabato 27 settembre, 2008 11:28

Messaggioda laliana » sabato 10 gennaio, 2009 16:23

la soluzione da usare per il risciacquo dei capelli e per fare l'ammorbidente è la stessa?
A quanto dev'essere?Il 20%?
Avatar utente
laliana
 
Messaggi: 231
Iscritto il: giovedì 19 luglio, 2007 10:03

Messaggioda vale606 » sabato 10 gennaio, 2009 16:31

laliana ha scritto:la soluzione da usare per il risciacquo dei capelli e per fare l'ammorbidente è la stessa?
A quanto dev'essere?Il 20%?


no, da qualche parte c'è un mio messaggio dove faccio più o meno la stessa domanda.
io ho provato con la stessa e i capelli sono usciti duri, in pratica credo di essermi lavata i capelli con il viakal o già di lì. Però sono rimasti al loro posto...

mi sembra (io ho una bottiglietta con la diluizione già fatta per l'ammorbidente, quando la finisco devo comprare altro citrico e rifarla) che l'ammorbidente (o per altre pulizie) sia soluzione al 20, per i capelli sia molto pù diluita.
vale606
 
Messaggi: 1605
Iscritto il: mercoledì 19 dicembre, 2007 18:43

Messaggioda laliana » sabato 10 gennaio, 2009 16:37

perchè in questo post lory diceva di metterla al 20 ma anche a me sembrava esagerata per i capelli...io di solito metto un cucchiaino in 750 ml di acqua e già così escono duretti (infatti sono ancora alla ricerca della proporzione giusta) e mi immaginavo che al 20 fosse ancora peggio...
Aspettiamo la risposta di qualche esperta!
Avatar utente
laliana
 
Messaggi: 231
Iscritto il: giovedì 19 luglio, 2007 10:03

Messaggioda verdespirito » sabato 10 gennaio, 2009 16:43

per i capelli si usa un cucchiaio di soluzione al 20% in un litro di acqua, non la soluzione pura! io con quella tolgo il calcare. attenzione ragazze, saranno anche prodotti naturali ma vanno usati con cura ;)
«Una donna divertente è come un posto pericoloso: si rischia di restare imprigionati senza rendersene conto».
(Marcela Serrano, L'albergo delle donne tristi)
Avatar utente
verdespirito
 
Messaggi: 938
Iscritto il: mercoledì 01 ottobre, 2008 12:24
Località: torino

Messaggioda vale606 » sabato 10 gennaio, 2009 16:47

vale606 ha scritto:
no, da qualche parte c'è un mio messaggio dove faccio più o meno la stessa domanda.
io ho provato con la stessa e i capelli sono usciti duri, in pratica credo di essermi lavata i capelli con il viakal o già di lì. Però sono rimasti al loro posto...


trovato!
http://forum.saicosatispalmi.org/viewto ... 734#143734

non avevo usato la stessa diluzione, ma per i capelli avevo fatto una brocca di soluzione al 5%.
invece si prende la soluzione già al 20% e si diluisce ancora
vale606
 
Messaggi: 1605
Iscritto il: mercoledì 19 dicembre, 2007 18:43

Messaggioda laliana » sabato 10 gennaio, 2009 16:48

Ah!Ecco!
io al massimo usavo un cucchiaino di acido citrico in 750 ml.
comunque adesso mi segno per bene le quantità!
grazie verdespirito
Avatar utente
laliana
 
Messaggi: 231
Iscritto il: giovedì 19 luglio, 2007 10:03

Messaggioda verdespirito » sabato 10 gennaio, 2009 18:37

;)
«Una donna divertente è come un posto pericoloso: si rischia di restare imprigionati senza rendersene conto».
(Marcela Serrano, L'albergo delle donne tristi)
Avatar utente
verdespirito
 
Messaggi: 938
Iscritto il: mercoledì 01 ottobre, 2008 12:24
Località: torino

Messaggioda Lory83 » lunedì 12 gennaio, 2009 00:04

ho fatto un casino con quest'acido citrico, scusate, devo scrivere con meno fretta, scusate ancora!!
Immagine

"... io non ti ho messa in prigione, Evey. Io ti ho mostrato le sbarre." V
Avatar utente
Lory83
 
Messaggi: 149
Iscritto il: mercoledì 03 settembre, 2008 22:21

Messaggioda dannie » giovedì 26 febbraio, 2009 23:45

ho letto che può andare per correggere il ph di cremine, ma rispetto all'acido lattico, qual'è preferibile?
Avatar utente
dannie
 
Messaggi: 18
Iscritto il: domenica 01 febbraio, 2009 19:15
Località: venezia

Messaggioda biccia » lunedì 02 marzo, 2009 22:54

dannie ha scritto:ho letto che può andare per correggere il ph di cremine, ma rispetto all'acido lattico, qual'è preferibile?


ti dirò, io preferisco l'acido citrico perchè oltre ad usarlo per correggere il ph, ogni tanto mi faccio un risciacquo ai capelli (i miei ricci ringraziano), perciò voto per l'acido citrico (credo che comunque, viste le minima quantità in cui viene usato, poco faccia la differenza)
Avatar utente
biccia
 
Messaggi: 105
Iscritto il: venerdì 27 febbraio, 2009 15:58
Località: tornata in italia

Messaggioda Trousse » martedì 11 maggio, 2010 23:24

Scusate, ma sono dura di comprendonio :sbong: , ma dopo aver letto che le dosi riportate sul sito dei detersivo bioallegri non sono corrette, non ci sto capendo più niente.
Io ho l'acido citrico monoidrato e quindi ne serve un pò di più rispetto a quello anidro.
55 grammi di acido citrico monoidrato in 500 ml di acqua non vanno bene?
Avatar utente
Trousse
 
Messaggi: 968
Iscritto il: lunedì 09 novembre, 2009 22:33

Messaggioda viry » venerdì 14 maggio, 2010 18:38

Truosse, e' semplice.
Il conto totale deve sempre fare 100. Quindi, se vuoi la soluzione al 10%, 10 e' l'acido citrico, 100-10=90 e' l'acqua.
Quindi per ottenere 100 gr di soluzione uso 90 grammi di acqua e 10 gr di citrico. Se ne voglio di piu', semplicemente moltiplico (quindi per 1 kg di soluzione ho 900 gr d'acqua e 100 gr di citrico)
La differenza fra anidro e monoidrato c'e' solo se fai le bombe da bagno, per l'uso normale non farci caso, le dosi sono le stesse.

NB: lo so che per l'acqua un litro e un kg sono la stessa cosa, ma e' meglio abituarsi a ragionare sempre in termini di peso, anche con l'acqua, e non in termini di millilitri - questo ti evita confusione se passi a spignattare qualcosa, dato che per altri liquidi come l'olio questa equivalenza non vale e 100 gr di olio NON sono 100 ml
People assume that time is a strict progression of cause to effect, but actually from a non-linear, non-subjective viewpoint, it's more like a big ball of wibbly-wobbly, timey-wimey stuff.
Avatar utente
viry
 
Messaggi: 553
Iscritto il: domenica 17 maggio, 2009 18:51
Località: Milano

PrecedenteProssimo

Torna a Detersivi e detergenti casa

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite